Descrizione città: Dubai


Dubai

Tipologia: Descrizione Città
Tags: Famiglia - Sposi - Single

Già a partire dal XIV secolo la costa lungo il Golfo Persico era un attivo insediamento di pescatori ma solo al 1830 si fa risalire la fondazione di Dubai e del primo vero nucleo cittadino , sorto sulla penisola di Shindagha, popolato da una parte della tribù Bani Yas e governato dalla famiglia Maktoum i cui discendenti sono ancora oggi a capo dell'amministrazione di Dubai. Le testimonianze di questo passato sono ben conservate nel museo di Dubai nella sezione archeologica. Grazie alla fioritura delle attività commerciali, alla fine degli anni 1870 Dubai era ormai divenuta il maggiore porto sul Golfo Persico. Qui si davano appuntamento i mercanti della Persia, dell'India e degli altri paesi dell'area del Golfo; alla fine del secolo i suq di Dubai erano considerati i più grandi di tutta la regione. Le perle continuarono a rappresentare la fonte primaria del benessere dell'emirato fino agli anni 1940, ossia finché lo sviluppo della coltura delle perle artificiali in Giappone non condusse al crollo della richiesta di quelle naturali. Ma, nel tempo, il commercio di altri prodotti, tra cui l'oro, si era progressivamente sviluppato, cosicché la famosa "città dei mercanti" poté continuare a onorare la propria reputazione. 
La ricerca del petrolio in Medio Oriente s'intensificò dopo la Seconda guerra mondiale, ma fu solo nel 1966 che vennero scoperte le riserve di Dubai; le prime esportazioni seguirono nel 1969. Nel corso di quegli anni la Gran Bretagna annunciò il proprio ritiro dalla regione, decisione che avrebbe avuto durature ripercussioni sulla geografia politica dell'area.
Nascita degli EAU: I defunti sceicchi Zayed bin Sultan Al Nahyan, allora sovrano di Abu Dhabi, e Rashid bin Saeed Al Maktoum, regnante di Dubai, compresero con chiarezza i vantaggi di riunire i singoli emirati della costa del Golfo Persico in un'unica nazione. Così, nel 1971, gli emirati di Abu Dhabi, Dubai, Sharjah, Ajman, Umm al-Quwain, Fujairah e (un anno più tardi) Ras al-Khaimah si unirono a formare la federazione degli Emirati Arabi Uniti (EAU), stato sovrano di 83.600 kmq; la popolazione, inizialmente scarsa, sarebbe in seguito cresciuta fino a raggiungere i 4 milioni di abitanti nel 2004. 
Se esiste oggi una vera città dell'oro, paragonabile a quelle che gli antichi esploratori descrivevano con una certa dose di fantasia nei loro diari di viaggio, è sicuramente Dubai, la città più ricca e moderna degli Emirati Arabi Uniti. Vero tempio del lusso e dell'abbondanza, proiettata verso un futuro che le forme avveniristiche dei suoi edifici sembrano voler continuamente anticipare, ricca di attrattive che fanno a gara con la più fervida delle immaginazioni, come quella di un villaggio alpino con vera neve nel cuore del deserto, Dubai deve la sua straordinaria prosperità più che al petrolio come la vicina Abu Dhabi, alla grande creatività e intraprendenza commerciale dei suoi abitanti. Costituita da due città separate dal Creek, un braccio di mare che si spinge in profondità nell'interno, Dubai è costellata di sontuosi alberghi, di cui alcuni fra i più prestigiosi del mondo, e di spettacolari centri commerciali dove è possibile trovare veramente di tutto, dalle più note firme dell'alta moda agli ultimi ritrovati della tecnologia. L'area commerciale più famosa della città è sicuramente il "Gold Souk", il suk dell'oro, dove centinaia di laboratori e botteghe offrono manufatti di ogni tipo e dimensioni realizzati con il prezioso metallo, a prezzi spesso particolarmente convenienti. Autentico paradiso dello shopping, Dubai è anche una meta prediletta per gli appassionati di ogni tipo di sport, richiamati da impianti di altissimo livello e dal continuo susseguirsi di eventi e manifestazioni di importanza internazionale. Considerata uno dei simboli del XXI secolo, tollerante e aperta nei confronti dei visitatori, Dubai è anche rigorosamente fedele alla tradizione religiosa islamica, praticata dalla quasi totalità dei suoi abitanti, e conserva ancora molti angoli in cui è possibile respirare l'atmosfera della città di un tempo, come l'antico quartiere di Bastakiah con le sue torri del vento e il secolare Forte di Al Fahidi.